La rocca di Maioletto

La rocca di Maioletto

Un presidio architettonico da valorizzare per la posizione che occupa e per l’importanza storica che tramanda. La Provincia ha avviato un progetto di recupero.

La storia

La Rocca di Maioletto non ha perso il suo fascino, grazie soprattutto alla sua posizione, che al vede, ancora oggi, dominare la Valle del Marecchia. Essa ha rappresentato un ottimo baluardo difensivo durante il periodo Rinascimentale. L’alta signoria sul Castello di Maiolo sembra essere stata all’inizio ecclesiastica. Ne erano proprietari la Chiesa romana, i Camaldolesi, il Monastero di San Donato di Gubbio e il Vescovo feretrano, in forme condominiali.

La decadenza

La rocca di Maioletto ha subito, nel corso dei secoli, uno stato di abbandono progressivo. Ha subito le aggressioni degli agenti atmosferici (tra i quali un violentissimo fulmine verso la metà del 1600), e le cannonate in tempo di guerra. Sono tuttavia ancora due le torri, con base a forma irregolare, che costituiscono un prezioso lascito, e che potrebbero rappresentare una ricchezza turistica non indifferente.

I progetti di recupero

Se non si interviene in fretta, si rischia di perdere anche quel poco che resta di quella meravigliosa struttura. Questo fatto è stato recepito dall’Assessore ai Beni ambientali della provincia che ha lanciato un progetto di ripulitura, consolidamento, bonifica insieme ad altri tipi di interventi atti a limitare i principali aggressori degli edifici in pietra arenaria.

Uno sguardo al futuro

Oltre alla rocca, verrà recuperata anche parte del centro storico di Maiolo, nell’intento di creare un circuito archeologico con la possibilità di effettuare campagne di scavi.

altre info Sistema Turistico Locale Urbino e il Montefeltro, Via Puccinotti 33 61029 Urbino (PU) tel: 0722/320437

Redazione Portale STL “Urbino e il Montefeltro” tel: 0721/415141 e-mail: [email protected]

Per la tua Pubblicità sul Network del Montefeltro scrivi a: [email protected]

Redazione del Portale Turistico del Montefeltro©

E’ fatto espresso divieto di riprodurre, pubblicare o distribuire materiali tratti dal presente sito, senza citare la fonte.