Grave quattordicenne investito dall’autobus

Grave quattordicenne investito dall’autobus

Cronaca

L’incidente è accaduto poco dopo prima delle 14 sulla circovallazione cittadina, all’incrocio tra viale Isonzo e viale Regina Elena, davanti all’ingresso del parcheggio della ex caserma Zucchi. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo di 14 anni, da solo, stava attraversando la strada non lontano dalle strisce pedonali, passando dietro un autobus e incurante del fatto che per lui il semaforo fosse a luce rossa. La sua visuale era in parte coperta e, forse proprio per questo, non si è accorto che dalla parte opposta stava arrivando un altro bus, un mezzo della linea 2 diretto a Sant’Ilario, il cui conducente si è improvvisamente trovato di fronte il pedone. L’autista di Seta, un uomo di 46 anni, non è riuscito ad evitare l’impatto e ha investito il quattordicenne, che ha battuto la testa contro il parabrezza.

In viale Isonzo sono intervenuti dopo poco i soccorsi, ambulanza e automedica, e gli agenti della Polizia Municipale. Il ragazzino, che è di origine cinese, è stato subito trasportato al Santa Maria Nuova, dove, dopo gli accertamenti al pronto soccorso, è stato disposto il ricovero in rianimazione. Considerata la gravità delle ferite, i medici si sono riservati la prognosi.

Per accertare la dinamica dell’investimento, gli agenti della municipale hanno raccolto una decina di testimonianze: quelle dell’autista di Seta, di alcuni passeggeri del bus e degli automobilisti che hanno assistito alla drammatica scena. Per il momento il mezzo coivolto non è stato messo sotto sequestro, ma portato nel deposito Seta di via del Chionso. Di particolare aiuto potranno essere le immagini riprese dalla telecamera digitale installata sul parabrezza dell’autobus della linea 2 che ha investito il ragazzo.

Appena saputo dell’incidente, il presidente di Seta Vanni Bulgarelli e il direttore generale Roberto Badalotti sono andati al Santa Maria Nuova per esprimere a nome dell’azienda vicinanza alla famiglia del quattordicenne. Bulgarelli e Badalotti hanno inoltre manifestato la propria solidarietà all’autista coinvolto nell’incidente, ‘la cui condotta – sottolinea una nota dell’azienda – risulta al momento esente da responsabilità’.